DeIt

Problematica del Koi-Herpesvirus  

Con lettera del 2-11-2016 e del 10-1-2017 il Direttore dell'Ufficio Caccia e Pesca della provincia autonoma di Bolzano, Luigi Spagnolli, ha disposto, che fino a revoca, in tutte le acque ciprinidiche della provincia di Bolzano, e pertanto anche nei laghi di Monticolo, è vietato utilizzare pesci-esca vivi o morti.

Questa disposizione è stata modificata nel piano di coltivazione per l'anno 2018 come segue:

 

Per evitare la diffusione del Koi-Herpesvirus, l'ufficio caccia e pesca dispone, che in tutte le acque ciprinidiche dell'Alto Adige sono permessi esclusivamente pesci marini morti come pesci da esca!

 

L'uso di pesci-esca vivi è stato abrogato e proibito definitivamente.

 

Dal 2019 per i Laghi di Monticolo è in vigore un concetto di pesce esca proposto dall'Associazione pescatori Appiano, che garantisce che, oltre ai pesci di mare morti, vengano utilizzati solo pesci esca morti, che l'associazione mette a disposizione dei suoi membri in stato di surgelazione.